Video | Lachlan Morton: Ultracycling vs racing

Lachlan Morton è un ciclista professionista che ha partecipato sia a eventi di ultracycling sia a gare su strada più tradizionali. In questo articolo, parleremo delle differenze tra le due discipline e di ciò che gli piace delle due

Chi è Morton?

Lachlan Morton è un ciclista professionista australiano che attualmente corre per la squadra Education First - Easypost team. Ha partecipato a gare come il Tour de France e il Giro d'Italia, ma ha anche avuto successo in eventi di ultracycling come la Race Across America e la Transcontinental Race. La sua ultima avventura è stata la "Migration Gravel Race": 4 giorni - 650 km - 8.000 metri di salita in Kenya.

Negli ultimi anni, Morton è diventato più noto per le sue imprese di ultracycling che per i suoi tradizionali risultati nelle corse su strada. Ciò è dovuto in parte al fatto che ha ottenuto risultati impressionanti in eventi di ultracycling, ma anche perché è uno dei pochi ciclisti professionisti che gareggia regolarmente in questo tipo di eventi.

Il passaggio di Morton all'ultracycling è stato controverso e alcuni hanno messo in dubbio il suo impegno nelle corse su strada. Tuttavia, Morton ha dichiarato di essere ancora molto interessato a entrambe le forme di ciclismo e di considerarle complementari l'una all'altra.

Che si ami o si odi Morton, non si può negare che sia un personaggio affascinante nel mondo del ciclismo. Il suo approccio unico all'allenamento e alla corsa continuerà sicuramente a fare notizia negli anni a venire.

Che cos'è l'ultracycling?

L'ultracycling è un tipo di ciclismo di lunga distanza in cui i corridori cercano di coprire distanze estremamente lunghe in un determinato periodo di tempo. È simile alla corsa, ma non ci sono gare ufficiali o record di distanza.

L'ultraciclismo sta crescendo in popolarità, poiché sempre più persone cercano modi per spingersi fisicamente e mentalmente. Questo sport può essere estremamente impegnativo, sia mentalmente che fisicamente, ma le ricompense possono essere grandi.

Morton

Alcuni ultraciclisti corrono da soli, mentre altri formano squadre. Ci sono anche alcuni che corrono con il supporto di qualcuno, il che significa che hanno qualcuno con loro durante l'intero percorso (di solito in un camper o in un veicolo di supporto). Quando Morton ha fatto il suo "Alt Tour", cioè l'intero percorso del Tour de France, anche le parti che gli altri ciclisti percorrevano in autobus, era in solitaria: doveva comprare il cibo e riparare la bicicletta da solo, aggiungendo altre sfide alla già estenuante avventura.

Se siete alla ricerca di una nuova sfida o volete semplicemente vedere fino a che punto potete spingervi, l'ultracycling è sicuramente da prendere in considerazione.

Ultracycling vs racing

Quando si parla di ultracycling, la differenza principale rispetto alle corse normali è la distanza. Le gare di ultracycling possono variare da 200 miglia a più giorni, e queste ultime sono più comuni. Ciò significa che i corridori devono essere preparati non solo fisicamente ma anche mentalmente per questi eventi di resistenza.

Sebbene vi siano molte analogie tra l'ultracycling e le corse normali, vi sono anche alcune differenze fondamentali. Per prima cosa, l'ultracycling tende a essere un'attività più solitaria, con i corridori che in genere si dedicano alla corsa da soli per tutta la durata della gara. Questo può essere un vero e proprio test di forza mentale, in quanto i corridori si spingono al limite. Inoltre, le gare di ultracycling si svolgono spesso in luoghi remoti che possono presentare ulteriori sfide, come la gestione del tempo inclemente o della fauna selvatica.

Quindi, cosa è meglio? In definitiva, dipende da ciò che si sta cercando. Se siete pronti per una vera sfida e vi piace mettervi alla prova sia fisicamente che mentalmente, allora l'ultracycling potrebbe fare al caso vostro. Se invece preferite il cameratismo e la competizione delle corse normali, allora questa potrebbe essere un'opzione migliore. In ogni caso, sia l'ultracycling che le corse normali offrono una serie di soddisfazioni uniche.

Come trovare la sella giusta per l'ultracycling?

"La sella migliore è quella a cui non si pensa", queste sono le parole di Morton.

Il suo modello preferito è la Scratch M5 AGX, specificamente progettata per lo sterrato. Gli piace così tanto che questo stesso modello è montato anche sulla sua bici da cross country e da strada.

Per molti ciclisti, la ricerca della sella perfetta è infinita. Ma per coloro che praticano l'ultracycling - definito come qualsiasi corsa superiore a 200 l, - trovare la sella giusta diventa ancora più importante. In questo articolo vi daremo alcuni consigli su come trovare la sella più adatta a voi per le lunghe pedalate!

Come trovare la sella giusta?

Quando si parla di ciclismo, il comfort è fondamentale. E quando si prevede di passare ore e ore in sella, è necessario assicurarsi di avere la sella giusta. Ecco come trovare la sella giusta per l'ultracycling.

Ci sono alcune cose da considerare quando si sceglie una sella per l'ultracycling. Innanzitutto, bisogna pensare alla larghezza della sella. È necessario che sia abbastanza larga da sostenere le ossa del sedere (ossa ischiali), ma non così larga da sfregare contro l'interno delle cosce. In secondo luogo, bisogna pensare alla forma della sella. Alcune persone preferiscono una sella tonda, mentre altre preferiscono una sella piatta. In terzo luogo, bisogna pensare all'imbottitura. È necessario che sia abbastanza solida da fornire sostegno, ma non così solida da risultare scomoda. In quarto luogo, è necessario pensare al materiale. Alcune selle sono realizzate in pelle, altre in materiali sintetici. Quinto, bisogna pensare al prezzo. Non si vuole spendere troppo per una sella, ma non si vuole nemmeno prendere qualcosa che cada a pezzi dopo poche corse.

Una volta considerati tutti questi fattori, è il momento di iniziare a fare acquisti.

Troppi passaggi da considerare? Andate a visitare il nostro rivenditore e fate gratuitamente il test Myown per trovare la vostra sella ideale in due minuti.

Quali sono le caratteristiche importanti?

Ci sono alcune caratteristiche importanti da ricercare quando si sceglie una sella per l'ultracycling. Innanzitutto, si desidera una sella che sia comoda per lunghi periodi di tempo. Ciò significa che deve avere un'imbottitura abbondante e sostenere bene le ossa ischiali. In secondo luogo, si desidera una sella che sia resistente e in grado di sopportare i rigori dell'ultracycling. Ciò significa che deve essere realizzata con materiali di alta qualità e avere una struttura robusta. Infine, è necessario che la sella sia leggera, in modo da non appesantire troppo la bicicletta.

Come sceglierla?

Quando si tratta di scegliere una sella per l'ultracycling, ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione per essere sicuri di scegliere quella giusta. Ecco alcuni consigli su come trovare la sella giusta per l'ultracycling:

  1. Considerate la vostra posizione di guida. La prima cosa da fare è dare un'occhiata alla vostra posizione in bici e vedere quale tipo di sella funziona meglio per voi. Se siete più tipi con una postura rilassata e non areo, una sella più stretta potrebbe essere l'opzione migliore per voi. Se invece tendete ad assumere una posizione più da corsa, una sella più larga potrebbe essere la scelta migliore.
  2. Tenete conto della larghezza delle ossa del sedere. Un altro fattore importante da considerare è la larghezza delle ossa del sedere. Questo fattore contribuirà a determinare la larghezza della sella di cui avrete bisogno. Di solito è possibile trovare questa informazione consultando la taglia della bicicletta o misurando se stessi.
  3. Scegliete una sella comoda. Potrebbe sembrare un'ovvietà, ma è comunque importante. Assicuratevi di scegliere una sella che sia comoda per voi. Ciò significa prendere in considerazione elementi come l'imbottitura e la forma della sella.

Sappiamo che ci sono molti fattori da considerare, quindi abbiamo creato il sistema di adattamento myown per trovare subito la sella giusta. Trovate qui il negozio con questo sistema più vicino a voi: https://prologo.it/pages/store-locator

 



Lascia un commento